IL Mago di OZ

ozDa una fiaba per bambini si può sempre ricavare qualcosa di interessante.
Questo è il mio motto. Fino ad oggi mai smentito.

E questa è l’ennesima volta che, di fronte ad una bella fiaba, mi metto a pensare e a pensare…
Casa è il posto dove si vuol tornare… parole sagge Dorothy.
Ed il cammino della vita, fatto con le persone care, d’improvviso diventa meno faticoso e difficile.
Un racconto semplice e comunicativo può essere davvero indimenticabile ed apprezzato.
A tutte le età.
Perchè ognuno ci vede dentro un pò quello che vuole.
A dieci anni magari sei curioso di vedere se il grande mago riesce a fare le sue proverbiali magie.
A trenta, in fondo delle sue magie non te ne importa un granchè.
La magia la si trova in maniera indefinita, in ogni pagina della breve storia.
Quando ognuno degli amici cerca di fare coraggio agli altri per arrivare fino in fondo alla meta.
Quando ognuno di loro tira fuori il meglio di se per fare il bene degli altri.
Quando durante le difficoltà si sa di poter contare sul prezioso appoggio del caro e prezioso amico.
Tutto questo è magia per me.
Forse non dovrebbe meravigliare poi tanto.
In fondo non è poi così difficile trovare qualcuno con cui condividere un viaggio.
Ma condividere Il Viaggio… quello immenso.. unico.. bhe, questa è tutta un’altra storia.
Le anime fedeli sono poche nella vita. Difficile incrociarle.
Ma a volte è davvero strano il modo in cui è possibile trovarle..
Magari per caso, come succede alla piccola Dorothy.
Ed è splendido scoprire di avere dentro di se quello che sembrava davvero mancare da sempre.
Quello che c’è sempre stato e non riusciva a venire fuori.
Eppure c’era.
Come il coraggio, celato dalla paura.
Le idee, nascoste dal timore di sbagliare.
Il cuore, messo da parte per non soffrire.
E la voglia di un viaggio, con la certezza che alla fine si potrà tornare a casa.
Luna

Annunci

126 thoughts on “IL Mago di OZ

  1. Qualche giorno fa ho scritto una frase sul notes che tengo qui, davanti a me e poco fa l’ho riletta, poi ho letto il tuo scritto: a volte, basta conoscere una piccola cosa in più, che ti cambia la vita. 🙂

  2. Hai assolutamente ragione…..a seconda delle età con cui si leggono si da alle fiabe un valore diverso e sempre utile! 🙂 Buona domenica!

  3. Pienamente d’accordo con te sul fatto che le fiabe abbiano qualcosa da regalare a tutti indipendentemente dall’età! E spesso la semplicità è custode della Verità!
    Il mago di Oz è un bel racconto, degna metafora del viaggio della vita, è interessante riflettere su chi prendiamo a bordo in questo viaggio…

  4. Cara Luna, sai che proprio il I Maggio ho comprato questo libro su una bancarella con il fermo proposito di rileggerlo…
    Per ora sono impegnata con le Lettere di Berlicche ma Il mago di Oz non mi scappa….
    Un abbraccio e sono pienamente d’accordo con quanto hai scritto….
    A presto e buona serata… 🙂

  5. casa è dove stai bene, e il Viaggio è quello che fai per arrivarci.
    può essere che non arrivi mai, poi ti rendi conto che sei stato bene ogni giorno, in qualsiasi posto fossi.
    casa, allora, è dove sei?

  6. “Due buoni compagni di viaggio non dovrebbero lasciarsi mai.
    Potranno scegliere imbarchi diversi, saranno sempre due marinai.” F. De Gregori

    I compagni di viaggio possono essere la meta del viaggio stesso: come farebbe Dorothy senza l’uomo di latta senza un cuore vero, che ha più cuore di chiunque? o senza il leone che ha coraggio da vendere…se serve? o dello spaventapasseri senza cervello ma ricco di idee tanto da diventare re?
    🙂 a presto

  7. Bel pensiero… Non ho mai letto Il mago di Oz… Oh beh, a parte vedere, da piccolo, il cartone animato in tv… Però mi state facendo venire voglia di acquistarlo…

  8. Vorrei essere d’accordo ma, pensandoci, sono davvero poche le favole/fiabe che conosco… Non solo non le ho lette, ma non ho nemmeno visto i film della Disney… Sono lacune gravissime nel mio bagaglio culturale? 😦
    Spero non ci sia un limite d’età per colmarle…
    Ciao Luna 😀

    • Caraaaaaa certo che sono lacune gravissimeeeeeeeeeeeeeee
      Sono cose che ti fanno crescere bene e con più fantasia!
      Non è mai tardi per cominciare! Comincia da Peter Pan e vedrai che spasso!
      😉

  9. Hai reso interessante un racconto che tutti crediamo di conoscere perchè abbiamo visto il film.
    Mi piace come hai estrapolato dal viaggio di Dorothy una morale per sapere chi sono veramente i compagni che ci portiamo appresso.
    Un abbraccio,buon pomeriggio.
    liù

  10. Ciao Luna, nel periodo invernale tiro fuori un grande vecchio libro della mia infanzia… non ci sono immagine, ma fiabe del tutto il mondo (e in tedesco) e non so se questo libro esiste ancora il copertone e in pelle e le pagine hanno un profumo dei tempi passati.. La mia mamma e il mio papà mi hanno sempre ogni sera letto una fiaba da questo libro.. oggi ho quasi 50 anni, ma se leggo in questo libro lo leggo a voce e la mia cagnetta si mette accanto a me mi ascolta.. poi ci sono momenti in cui mi fermo e sento la voce del mio padre quando leggeva.. e ogni volta se leggo in questo libro e sembra che sfoglio la prima volte fra queste pagine e le storie lo vedo ogni volta in un’altra maniera.. abbi una serena giornata e un lieto weekend…tvb Pif

  11. Ogni tanto mi ci tuffavo nel Mago di Oz, leggerlo mi affascinava; è da un pò che non lo faccio, dovrei riprenderlo e capire come lo interpreterei oggi. Ogni volta che l’ho letto ci trovavo qualcosa di nuovo. Un libro che presenta personaggi particolari, dove c’è saggezza, delicatezza, amicizia e la ricerca della forza in se stessi. Condivido molto quello che hai scritto. Quando l’ho letto la prima volta amavo lo Spaventapasseri che vuole un cervello, oggi sceglierei L’uomo di latta che vuole un cuore per amare. Decisamente stò invecchiando.

  12. Le fiabe a qualsiasi età, se si è rimasti un po’ sognanti, un po’ bambini dentro, sono sempre le benvenute e poi nelle fiabe spesso c’è la metafora della vita che, se letta nel modo più giusto, può fare riflettere.
    Un po’ quello che mi sembra abbia fatto tu, sì, un viaggio, quello unico, quello importante, da condividere è sempre un privilegio e non credo, che le anime fedeli, come le hai chiamate tu, siano poi così difficili da incontrare, bisogna soltanto volerlo e di conseguenza, essere disponibili dentro, il resto viene da sé.
    Belle riflessioni, come sempre d’altronde.
    ‘notte! 🙂

  13. La storia del mago Oz,,è sempre affascinante: poi la protagonista si chiama come me
    Dorothy è una bambina che vive in Kansas con gli zii e il cane Toto .
    Un giorno, un ciclone solleva la casa di Dorothy, con la bambina e il cane ancora all’interno (per colpa di Toto, infatti, Dorothy non va nel rifugio sotterraneo come invece fanno gli zii), e la trasporta in volo, depositandola nella Terra Blu dei Munchkin.
    Ciao LUNA.
    Dora

  14. Penso che il Mago sia sempre vicino a chi vede la magia nel proprio cammino di vita, nel mezzo del “traffico” di tutti i giorni.
    Avere compagni di viaggio su cui contare, è già una magia.
    Buon weekend Lù 🙂

    S.

  15. “Il mago di Oz” è uno dei miei libri preferiti in assoluto; quello che ho letto/riletto e consumato durante la mia infanzia. I personaggi, ciascuno con il proprio bagaglio di problemi, sono davvero unici e la magia sta proprio nel viaggio che compiono assieme: trovandosi, supportandosi e consigliandosi l’un l’altro. Hai perfettamente ragione quando dici che è difficile trovare delle anime fedeli che abbiano voglia di compiere il viaggio al nostro fianco, ma quando le trovi è meraviglioso. Ecco, io posso dire che nel mio piccolo viaggio (virtuale, tra libri e poesie!) ho trovato te, Luna, e sono felice di condividere con te questi pensieri. Un bacio grande 😉

  16. Non ho potuto leggere tutti i commenti.
    Ti posso solo dire che mi fa piacere salutarti e, relativamente ai viaggi mi piace la LEGGE DEL MICHELASSO.
    Ciao.
    Quarc

      • buon giorno Luna solo oggi leggo la tua risposta e credo si rivolga a Starteghia In principio il termine Strateghia indicava l’economia stessa desunto da una espressione bellica appunto in teoriacosì come nella pratica la lotta dei mercati ; ciò che avviene nel mercato internazionale . Questo spazio è dedicato alla finanza e all’economia vista da amici conoscenti e docenti universitari che hanno seguito e stimano la figura del Prof Federico Caffè (ormai defunto) grazie a te e agli altri ciao rosaria

  17. Ho poco da dire sull’argomento, a parte le tua bellissima e brillante esposizione: l’ennesima conferma. Chissà quando deciderai tu di scrivere un racconto. Hai uno stile allegro, sagace e molto scorrevole. L’unica incognita è l’inventiva.
    De “Il Mago di OZ”, ho solo visto il film, tanto ma tanto tempo fa, comunque della storia mi è rimasta impressa questa frase: “Ora so che se deciderò ancora di andare in cerca della felicità, non dovrò cercarla oltre i confini del mio giardino… perché se non la trovo là… non la troverò mai da nessun’altra parte.” (Dorothy)
    Un bacetto!!

  18. Evviva! Evviva!! Stavo sfogliando la mia copia del libro, e ho visto che anche questa ha le illustrazioni!!! Magari non tante quante potrebbe averne la versione per i piccoli… ma le ha!!!

  19. “There’s no place like home” è la frase che sta accanto al mio uomo di latta, tatuato in un angolino della schiena.
    Le fiabe non sono dei bambini, ma sono di chiunque abbia la voglia e la capacità di saperli fare certi viaggi.
    Probabilmente sarebbe necessario intraprendere un viaggio per chiedere al mago di Oz come recuperare quella capacità di leggere e viaggiare in certe storie.
    josomersim 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...