L’uomo delle nuvole

fiabaSolo un artista poteva scrivere una simile favola.
La voglia di sovrastare le nuvole si coglie in ogni singola riga.

Il mistero e la follia diventano solide realtà.
Uno strampalato acrobata si trova a dover combattere il proprio male steso a letto, costretto alla terraferma. Il cielo diventa un’ossessione.
Strane creature si piazzano a metà del sogno e della vita, rapendo i sensi e l’eternità.
Una trasformazione diventa l’unico modo per la salvezza. E le ali per poter finalmente volare.
Di questo strano scrittore avevo letto il suo precedente testo che mi colpì particolarmente. Richiamai quella lontana fiaba a mia madre quando dovette scegliere se vivere portando nel suo cuore il tichettio di una valvola meccanica.
Questa nuova storia invece celebra l’amore nelle sue svariate forme, estendendolo al di là di ogni limite e misura.
L’immaginario si confonde con la realtà e con i pensieri.

La lotta con il proprio male assume i colori della magia e delle allucinazioni.
La domanda che viene posta è la seguente: In cosa siamo disposti a trasformarci per amore?
Forse in uccelli, come l’inguaribile protagonista.
Magari in persone migliori. In mamme. O consiglieri.
Di certo, solo una cosa è certa.
L’amore trasforma. 
E ci fa volare nei nostri sogni.
E nelle eterne speranze.
Luna

Annunci

72 thoughts on “L’uomo delle nuvole

  1. Che paura fa trasformarsi per amore! Se il sentimento è vero, però, non puoi proprio proprio esimerti… Mi servirebbe leggere una storia di tanto coraggio.

  2. l’amore trasforma, fa uscire la farfalla che era rinchiusa nel suo bozzolo
    è la sublimazione dell’essere, dell’io che sparisce per diventare un “noi” ma non per questo ne è sminuito ma esaltato,
    l’amore, quello vero, dona la vita e rende qualsiasi trasformazione possibile
    …e ci fa volare
    baci

  3. “Gli uccelli, li sotterrano nel bel mezzo del cielo. Anche la più elegante delle nuvole è intrisa dei loro cadaverini irrigiditi.”
    A volte, abbandonarsi totalmente all’estro della fantasia costituisce l’unica via d’uscita (l’ultima risorsa) quando la realtà, la fredda logica, il calcolo delle probabilità, emettono la loro tragica condanna. Questo vale essenzialmente in caso grave infermità, ma non solo, io ci metto pure le passioni non corrisposte, quelle che devastano l’anima. Qualcun altro si rifugia nelle fede, spera nel miracolo: pur sempre fenomeno immaginario. Il comune denominatore, in ogni caso, è l’amore; quello verso se stessi, verso una donna o verso Dio, e proprio nella disperazione, io credo che si manifesti (che esploda), nella sua forma più sublime e universale.

  4. eccomi.
    Il libro e l’autore…non li conosco.
    ma che l’amore trasformi ne sono prova vivente.
    Ché se non trasforma e in meglio…non è amore.
    Parola di poetella!
    ciao, lunetta….

  5. Eccomiiiiiiiii 🙂
    Come ci trasforma l’amore? Difficile dirlo, è troppo personale. Sicuramente ci trasforma; peccato che a volte ci fa peggiorare. Basta guardare i tanti femminicidi, omicidi, azioni violente degli ultimi anni.
    In riguardo al libro, credo sia un bel libro, ora ne ho iniziati due e non ho tanto tempo, mi incuriosisce; leggendo le tue parole mi viene in mente il periodo in cui ero inchiodata in un letto, e riuscivo a malapena a vedere uno spicchio di cielo che è stata una delle molle della guarigione tanto desiderata.

  6. ah, il cielo e le nuvole e i loro “giochi” e “disegni”: come mi attirano!
    Deve essere proprio interessante questo libro!
    Ma dimmi, Luna, come fai a leggere con questa velocità? Beata te! Mentre io per mancanza di tempo e per seguire la fotografia ….sono un bradipo. 😦
    Buon fine settimana,
    ciao
    Ondina

  7. Ultimamente ho uno strano rapporto con la malattia forse perchè ho avuto la sfiga di viverla troppo da vicino e troppo presto con mia madre. Per questo cerco di leggere il più possibile su questo tema e di approfondirne i vari aspetti…….aiuta a capire che non sei solo! Grazie per il consiglio! Aggiunto alla lista! Bacioni

  8. In effetti il libro di Zafòn è uscito già da un po’ ma è comunque l’ultimo che ho letto. Vedo che in questo blog parli di libri, bene! Darò un’occhiata, magari trovo qualche consiglio utile 🙂

  9. Questo è un libro che avrei sempre voluto leggere, è stato amore a prima vista appena lo vidi in libreria. Poi non avevo potuto comprarlo e come tante informazioni e notizie, il suo titolo me lo sono scordato. Grazie per il post, cerco di recuperarlo il prima possibile! E stavolta non me lo dimentico!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...