Ilsegreto del Bosco Vecchio

bosco Una persona davvero speciale mi ha detto che i sogni vanno coltivati e le passioni condivise.
E che le favole, spesso, celano pensieri irrisolti ed emozioni pulsanti.
Bosco Vecchio è una foresta incantata, una radura che nasconde gelosamente le anime degli alberi secolari e le storie di uomini ed animali.
La quiete viene interrotta solo dai venti che ululano attraverso gli alberi e dai gufi e uccelli che si riuniscono per scambiare le notizie e le curiosità del giorno.
Tuttavia niente è per sempre e la vita è destinata al cambiamento.
Come gli uomini che, crescendo si trovano davanti nuove situazioni e difficoltà, anche la sacra foresta dovrà accettare nuove condizioni per continuare a sopravvivere.
Il passaggio dall’adolescenza all’età matura è un attimo.
Il sonno ci lascia bambini, la veglia ci ritrova ormai grandi.
E l’esistenza ci pone di fronte ad innumerevoli interrogativi.
La vita  si apre verso la fase del dubbio e della paura.
Crescere forse significa perdere tante cose… non udire più le voci profonde degli alberi… pensare che un tuono è solo un tuono.. e il vento solo un fastidioso alito che scompiglia i capelli.
Ma l’età adulta porta con se’ nuovi doni e consapevolezze.
Quando si passa dai libri di testo alle carte.
Quando l’amore è pronto ad una nuova svolta.
Quando vedi i tuoi genitori invecchiare.
Speranza. Che il futuro ci riservi nuove occasioni e possibilità.
Fede. Negli incontri e nelle brava gente.
Coraggio. Nell’affrontare i tempi che verranno.
E amore… per la vita e nella vita.
Che il domani possa sorridere come i fanciulli divertiti.
Luna

Al mio amato prof. che ha saputo                                                                                       guidarmi e proteggermi.
“Stefy

Annunci

Vergogna

vergognaEccezionale. Di una forza strabiliante.
Crudo. Intenso.

A chi me lo ha consigliato non posso che dare ragione: meraviglioso.
La storia all’inizio sarà comune, è vero.
Un professore che fa il provolone e scivola nel letto di una sua studentessa.
Ed è lì che cominciano i guai.
Lui all’inizio fa proprio rabbia, “vecchio porco” mi sono ritrovata a pensare, più e più volte.
Poi invece tutto cambia.

Quando si parla di donne tutto assume un significato diverso e il mondo comincia a colorarsi di innumerevoli sfumature.
Anche quelle della violenza.
Avere una giovane figlia dedita all’agricoltura, può essere fonte di orgoglio per un padre.
Forte, libera.
Ma quando il mondo appartiene, ancora  una volta, solo agli uomini.. allora è ferocia e brutalità.
In una parola: abuso.
I temi toccati da questa storia sono davvero quelli di sempre, ma narrati con tale leggerezza e fluidità, che ogni pagina viene divorata in cerca di una pace che, in realtà,  è tristemente effimera.
La fine è solo quella che si vive quotidianamente nelle proprie case. Fra le proprie mura.
Una dolcezza amara che sa di arresa e fallimento.
E poi ci si accorge che invece è solo forza di vivere e di andare avanti.
E che la vita, a volte, è lasciare che ognuno segua il proprio destino.
E le proprie scelte.
Luna 

Most Influential Blogger!

most-influential-bloggerRingrazio vivamente la cara http://costainpianura.wordpress.com
per il gentile premio che mi ha rivolto. Adesso tocca a me.

Ecco le risposte alle domande che mi sono state rivolte!

1) Cosa ti rende più felice?

Avere intorno la gente che mi ama.

2) Ami più l’oceano o le montagne?

Sono nata tra le montagne, ma adoro l’oceano.

3) Qual è stato un momento speciale nel 2012?

Quando un amico mi ha lasciata sola. “Speciale” per dire…

4) Qual è la tua citazione preferita?

 Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola. (P. Borsellino).

5) Ti piaci?

Certo!

6) A Capodanno, resti in piedi ad aspettare la mezzanotte?

Sì. 

7) Qualcosa che desideri sia fatto ASAP?

Che ognuno occupi i ruoli in base alle proprie attitudini e capacità.
Meritocrazia e non per merito di altri.

8) Quali erano le tue materie favorite quando eri a scuola?

Storia.

9) Quale strumento musicale hai tentato di suonare?

Chitarra.

10) Qualcosa che desidereresti aver imparato prima?

Contare solo su se stessi.

11) Ti piace svolgere attività manuali, disegnare, dipingere?

Si, ma non ne svolgo tante.

Se vi va rispondete insieme a me. Se non vi va.. alla prossima!
Luna