Bianca come il latte rossa come il sangue

rossaPregiudizio. Devo ammetterlo.
Mi sono accostata a questo libro con tanto cinismo e superficialità.

Se devo spiegare il motivo… bho!
Forse perchè i fenomeni del momento non mi attraggono mai granchè.
O magari per l’invidia verso chi scrive il suo primo libro e ottiene un così grande successo.
Mi sbagliavo. Ammissione di colpa.
La storia è un turbinio di parole e frasi di un giovane ragazzo come tanti.
Scuola, motorino e primo amore.
Leggendo tra le pagine mi sono ricordata… l’amore è una cosa semplice….
E non importa se a volte gli ostacoli non ci permettono di vivere le persone serenamente.
E se la sera si torna delusi perchè colti dall’ennesima delusione.
E’ la vita che è complicata. L’amore è un’altra cosa.
Ti fa battere il cuore all’impazzata e riempie la tua esistenza di sogni.
A volte i desideri sono davvero impossibili. Ma che importa… tutto sembra reale, tutto è assolutamente realizzabile quando si ama veramente qualcuno!
Il cuore brilla di luce propria. 
Gli occhi vibrano al pensiero del dolce incontro.
E se una vita che si spegne basta a far capire quanto sia importante VIVERLA questa VITA…
Se un’anima che va è un monito verso l’esistenza vera…
Non sprecare la nostra vita allora, diventa una promessa.
Un giuramento da portare dentro.
Per sempre.
Luna

 

Annunci

127 thoughts on “Bianca come il latte rossa come il sangue

  1. letto, ammetto attratto più dalla copertina e dal titolo che dal nome dell’autore. passabile, ma Jack Frusciante è tutta un’altra storia. non so perchè mi sia venuto in mente subito il libro di Brizzi, ma l’ho paragonato con quello. è ha vinto Brizzi a mani basse.
    non ho letto poi il secondo romanzo di D’Avenia.

    ciao e buon weekend!
    ema

  2. Forse non è un po’ troppo semplice? Un po’ troppo banalotto, soprattutto perchè lo fanno leggere alle superiori, in quinta… forse sarebbe più da prima o al limite seconda. La storia è alla fine un po’ scontata, un po’ anche finta… troppo troppo romanzata.
    Ricordo che massacrai la professoressa per averci assegnato quel libro, convincendolo a optare per La Solitudine dei Numeri Primi per le classi future.
    Per il resto, è la mia opinione.
    Buona giornata.

  3. E’ da un po’ di tempo che questo libro mi riciccia fuori: su Amazon, o nelle librerie anobiane. E ti dirò: non ne sono mai stato attratto granché. Sarà perché nel titolo compare la parola “sangue”, sarà perché… boh, non lo so neanche io perché! Però forse ci penserei altre volte prima di acquistarlo… Questa volta la tua recensione, cara Luna, non mi è stata di grande aiuto… vabbè, non prendertela!
    Baci,
    Luca

    • Non me la prendo affatto, anzi mi fa piacere sapere come la pensi.
      Io invece penso che questo libro potrebbe rientrare tranquillamente tra le tue letture rosa!
      Ma anche questa è una mia opinione! Alla prossima Luca!!!!

      • Sono felice della tua opinione Luna. Sempre. Magari lo acquisterò in seguito. Intanto, il mio angolino rosa sto cercando di farlo diventare sempre più un angolo a tutti gli effetti. Poi ti scriverò i libri che ho…
        Un abbraccio e un bacio, Luna!!!

          • Non è poi molto lungo questo elenco, Luna…
            Eccolo qui:
            Marguerite Duras – L’amante
            Jane Austen – Orgoglio e pregiudizio
            Niamh Greene – Ti amo, ti odio, mi manchi
            Louisa May Alcott – I quattro romanzi di Piccole Donne
            Lauren Weisberger – Un anello da Tiffany
            Barbara Cartland – Accordi d’amore
            Colleen McCullogh – Uccelli di rovo

            • mamma mia!
              Vada per la quadrilogia della Alcott, rigorosamente vietata ai maggiori di 13 anni, ma tutto il resto che è? Il museo degli orrori?

              Volete il mio consiglio, ragazzi?
              Rifuggete dai best seller… Non fate crescere i portafogli gonfi di questi editorucoli da strapazzo (sì, pure quelli coi nomi altisonanti e datati) che pubblicano solo per fare cassetta…
              e non ripubblicano edizioni esaurite di libri capolavoro, perché non gli fanno incasso.
              vedi “Le navi” di Antonio Lobo Antunes . (Einaudi! esaurito da quando l’hanno stampato la prima volta nel ’97 e mai più ristampato)…che ho dovuto cercare per tutta Italia e trovare finalmente in un fondo di magazzino grazie ad un ricercatore accurato di libri rari ed esauriti! Alleluja!
              Certo, uno legge quello che gli piace, ma ci sono libri che, dopo averli letti, ti lasciano la stessa sensazione che ti regala la visione di film cone Titanic…e altri che…ti cambiano la vita.
              Insomma…ci sono registi come Akira Kurosawa O rson Welles e registi come Neri Parenti.
              Poi, uno, sceglie.
              (non so dove si ficcherà questo commento, ma era in risposta all’elenco di Luca)
              e scusate lo sfoghino…ma sono schifata dall’editoria italiana.
              Invece di diffondere cultura…la affossa. Porca puttana!

              …e buona lettura a tutti!
              Comunque.
              Ecco.

  4. Io l’ho comprato tempo fa perché era in offerta al supermercato. Non mi è piaciuto. Credo sia uno di quei libri che non riesci a capire se sono particolarmente profondi o infinitamente banali. Io propendo per il banale: la faccenda, seria di per sé, mi sembra raccontata in modo troppo leggero e pseudogiovanile.

  5. Ciao, io non ho letto questo libro, grazie allo stesso “pregiudizio immotivato” di cui parli… non so, ma proprio non mi attira… (poi magari quando non saprò cosa leggere mi capiterà tra le mani, chissà!) 🙂

  6. Mi è stato regalato questo libro per un Natale e l’ho letto subito, in quasi due giorni; è una scrittura, a mio parere, molto semplice e, a volte, anche banale. Certo, l’autore usa l’escamotage della scrittura di un 16enne (mi pare!), ma non mi è piaciuto.
    La storia di per sè è toccante, ma non merita come è stata raccontata.
    Non è un libro che metterei tra i miei preferiti, ma ovviamente è solo questione di gusti 😉

    • Neanche per me è il massimo. Lettura veloce e leggera sicuramente. Tra i preferiti ci sono altri autori e i loro meritati capolavori!
      Baci e grazie del passaggio!

  7. Ci sono cose che ho apprezzato, buona l’idea di ricordare che l’amore fa bene, ma il mondo degli adolescenti mi sembra molto più edulcorato di come sia nella realtà. Mi è comunquepiaciuto più del secondo libro, “Cose che nessuno sa”, che proprio non ho apprezzato.

  8. Purtroppo sono d’accordo con la maggior parte dei commenti sulla banalità di questo libro. Una delle poche volte in cui ho dato come giudizio il minimo possibile! Ad ogni modo, ad ognuno i suoi gusti!

  9. Ne ho letto una parte, ma non l’ho sentito molto nelle mie corde, infatti non sono andata avanti nella lettura… non so esattamente perché ma non è “scoccata la scintilla” 🙂 Buon weekend cara Luna, ti abbraccio forte ♥

  10. Ma sai che è stato lo stesso per me?! Mi hanno regalato questo libro diverso tempo fa e l’ho immediatamente accantonato, con sufficienza e un po’ di sprezzo, perché i best seller contemporanei non fanno per me. Magari adesso lo guarderò con occhi diversi…e gli concederò una possibilità! 😉

  11. Anche io sono una di quelle che non si fa prendere dall’entusiasmo con i fenomeni di massa. Attualmente ammetto che questo non è il genere di cose che attirerebbe la mia attenzione, ma se mai deciderò di leggere questo titolo, sarà fra mooooolto tempo

  12. Il segreto sta che Luna non mette ansia, coinvolge e si è liberi. Bianca l’ho letto 1 anno fa, ancora lo comprano, è adatto a certi giovani, non mi ha conquistato però in certe parti mi ha coinvolto. Come nei film, c’è chi piange , chi ride chi osserva gli altri e si chiede ma perchè?

  13. Di D’Avenia ho letto, un annetto fa, “Cose che nessuno sa” e mi è piaciuto. Durante la lettura si sente il ruolo del “professore” (attività primaria di questo scrittore). Credo proprio che leggerò anche questo suo secondo romanzo. A presto amica! Buona domenica sera e buon inizio settimana!

  14. mi sembra bello lo leggero… per ora sto leggendo Paula visto che l’altro in biblioteca non era disponibile , lo trovo bello anche se faccio fatica a leggerlo perché ambientato in un ospedale e mi evoca ricordi molto tristi ma lo finirò per esorcizzare quei momenti almeno spero..
    un abbraccio Franca

  15. Che meraviglia tesoro… Hai proprio ragione!!! Vivere la vita e gioirne soprattutto, perché la vita è BELLA, deve essere una promessa un giuramento che facciamo con noi stessi! Non dobbiamo sprecarne nemmeno un secondo!!!
    Un abbraccio forte

  16. Ciao Luna cara… abbiamo sitemato la nostra cantina… e poi ovviamente ero un paio di guiorni assente… e non avevo voglia di controlare tutte le notifice da WP… mi perdoni???? Cara abbi una serena guiornata… tvb Pif

  17. Io anche mi sono accostata al libro colma di pregiudizi, derivanti soprattutto dal film…lo avevo trovato uguale alle tante “Mocciate” del momento, un genere che io non amo molto…
    Le tematiche sono molto importanti e m ha fatto sorridere il ricordo, almeno nel mio caso, del primo grande amore, che non sarà mai paragonabile per intensità a nessun altro!

    • Vero… il libro va valutato anche riguardo le precise emozioni che sa suscitare.
      Non è un capolavoro, ma ci ricorda l’amore nella sua semplicità!
      Baciiiiii

  18. Innanzi tutto mi scuso per la poca costanza con la quale visito i blog degli amici, da tempo metto solo la buonanotte, un pò di musica, un pensiero tratto da qualche libro, anche da questo in particolare. Stamattina in giro per i blog ho trovato dappertutto pensieri recensioni racconti d’amore,. E’ bello, veramente, spero che questo serva a far si che il mondo sia più vivibile, che gli uomini si sentano sempre più fratelli, e che in definitiva si rispetti sempre le opinioni dell’altro, sia questo un amore o un semplice interlocutore. va come diceva Voltaire Non condivido ciò che dici, ma sarei disposto a dare la vita affinchè tu possa dirlo.
    Amore è non solo amore, è rispetto ed è’ una cosa talmente macroscopica che comprenderla per intero sarebbe veramente arroganza. Lasciamo che ci possa stupire, sempre, tra le sue mille sfaccettature, lasciandoci così, come bambini che sanno sognare e che ancora guardano al cielo con il naso insù …. Buona giornata Luna 🙂

  19. Non ho letto questo libro e, sinceramente, non avevo neanche intenzione di farlo. Sarà per i tanti pareri negativi che ho letto, sarà che, come dici tu, i casi editoriali molto spesso sono tutt’altro che bei libri… tuttavia le considerazioni che hai fatto mi hanno messo la pulce nell’orecchio. Vedremo 🙂

  20. ciao! io sono Simi sono nuova nel mondo dei blogger e ho sbirciato volentieri il tuo blog! ti ringrazio perché io adoro leggere ma è un lusso che mi posso permettere nei ritagli di tempo la sera mentre i miei figli dormono! sarò una tua assidua lettrice perché trovo che il tuo blog sia bellissimo ! complimenti!

  21. è un libro che non ho letto, proprio perché non amo i fenomeni editoriali e, sinceramente, perché il titolo non mi attira. Però la breve recensione, meglio, i pensieri a cuore aperto che hai voluto scrivere, mi piacciono molto, anche se non ho l’abitudine di commentare 😀
    l’amore è assolutamente una cosa semplice, ma purtroppo è tutto il resto a complicarlo ehehehe un abbraccio e, alla prossima!!!

    • A me piace tanto avere dei pareri sui libri che leggo e sui miei scritti, quindi grazie di essere qui carissima. L’amore in questo momento è la cosa che rende davvero più lieta la mia vita.
      Un bacione e a prestissimo!

  22. Non conosco il tuo periodo ma con Jesahel si va in Delirio… quasi quasi mi veniva Del Rio, subliminale a cura della Presidenza del Consiglio!!

  23. Io lo sto leggendo ora ma non mi convince molto. Lo trovo un romanzetto per adolescenti svuotati dalla tv, nulla a che vedere con i grandi – e immortali – romanzi di formazione.
    Soprattutto il linguaggio e le metafore sono scarne e poco originali.

  24. A me è piaciuto ma in generale trovo che il target perfetto sia adolescenziale perché alcune considerazioni suonano un po’ banali per il gusto di un adulto. Questo lo consiglierei, il secondo meno. Buona giornata 🙂

  25. Comprato dopo aver visto il film, che mi ha commosso tantissimo. Però ancora non l’ho letto perché avendo pianto non poco durante il film ho un pochino paura… Non è proprio il periodo giusto per libri così emozionanti.
    Vero che il target a cui è riferito è quello adolescenziale, ma paragonarlo a Moccia mi pare un pochino eccessivo. Qui si parla, oltre che del primo amore, anche della vita, del dono di averla, di viverla appieno e del poterla perdere a causa di una malattia orribile. Del crescere in fretta, del passaggio dalla vita adolescenziale a quella adulta, del fatto che la spensieratezza può essere spazzata via anche in quello che dovrebbe essere il periodo più spensierato, di scelte coraggiose. A me ha trasmesso molto, sarà anche che affronta un tema che mi sta particolarmente a cuore…
    Mchan
    Ps: bellissime le tue parole

  26. La lettura a volte é semplice distrazione, a volte è approfondimento e a volte è riscoperta, emozione, ma l’amore che delle emozioni è la più grande, si può riscoprire solo se si ha già dentro! Complimenti per le emozioni che hai e che doni e ricorda le prime tienile sempre strette le seconde donale ancora di più. Ciao Luna

  27. Ciao!
    Io questo libro non l’ho letto tutto, ma solo alcune frasi. Inoltre ne ho sentito parlare molto…
    So solo che, per come l’hai descritto tu, non leggerlo sarebbe un reato!!!
    Bacioni e a presto…
    TataLuna700

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...