I salici ciechi e la donna addormentata

salici
Di Murakami mi piace tutto, lo stile lento e raffinato e le parole scelte per bene.

Mi piace la sua voglia di vivere e la vita semplice che descrive.
Mi piacciono i suoi personaggi incerti e malinconici, sempre alla ricerca di qualcosa, nel tempo e nel mondo.
Sono protagonisti di passaggio a volte, ma lasciano un segno profondo nella vita degli altri e nella propria.
Volti nascosti dal pianto e dalla rassegnazione.
Spesso anime fragili e insicure.
Quando sono inquieta e non riesco a dormire affido a lui i miei sogni.
Mi lascio cullare dalle sue parole e spesso ne trovo conforto.
Vedo gente litigare a causa di questo autore, si offendono duramente sostenendo ognuno la propria opinione, spesso violentemente.
Uno scrittore che riesce così tanto a scuotere  gli animi non può non avere una penna brillante. Amarlo o meno è una cosa soggettiva.
L’atmosfera che si crea mentre si legge un suo scritto è davvero unica.
Ti travolge, oscura ogni altra cosa.
Ti prende da dentro e ti percuote violentemente senza misura alcuna.
L’inazione apparente è fluido che sgorga.
E’ anima, è vita che scorre, è musica assordante.
Emozione pura, nascosta dal vento.
Consiglio di non cominciare dai racconti, difficilmente si riesce subito ad entrare nel suo mondo.
I romanzi, invece, permettono fin da subito di conoscerlo davvero per il suo pensiero e il suo stile elegante.
O perlomeno, si può riuscire ad assaporare,lungamente, quello che Murakami ha da offrire.
Luna

Una settimana fa, la conferma di nove anni d’amore. Oggi è sempre il mio Sì.

 

 

 

 

Annunci

13 thoughts on “I salici ciechi e la donna addormentata

  1. Murakami è da sempre una mia grande perplessità: affascinata da alcune interviste mi sono accostata a lui con il libro “La strana biblioteca”, che però mi ha deluso, non sono proprio riuscita ad entrare nel testo. E così sono sempre in bilico tra la voglia di riprovare e il pensiero di passare oltre.

  2. Ho letto 1Q84 e la prima volta l’ho lasciato a metà perchè,essendo appassionata di Youkio Mishima e Banana Yoshimoto, non riuscivo a capire il senso di quella storia. Dopo l’ho ripreso e rifatto fatica a finirlo perchè lo stacco tra realtà e fantasy mi ha deviato e non mi aspettavo una storia strana. Il resto delle sue opere non l’ho ancora letto e quindi mi riservo di cambiare idea su di lui. 😊

  3. A me piacciono le tue parole e l’idea di un autore dallo stile lento e raffinato. Non lo conosco ma mi riprometto di leggere qualcosa su di lui. Cosa mi consigli? Non capisco la gente che litiga su argomenti come questi. Anzi, in realtà non capisco proprio la gente che litiga per affermare il proprio punto di vista. Che bisogno c’’è di avere l’approvazIone degli altri per quella che è una tua opinione, un tuo pensiero? Che non significa ben inteso, che non voglia ascoltare le opinioni degli altri, anzi,l. Son sempre disposta a cambiare idea se lo ritengo giusto. Solo gli stupidi non cambiano mai idea e rimangono fermi sui loro pregiudizi. Ma almeno in questi salotti virtuali non mi aspettavo di sentire la parola litigare. E non sarà mai sicuramene come sui social dove, protetti da un semi anonimato, s’insultano in maniera veramente pesante. Se la gente si rendesse conto quanto sono importanti le parole e stessero più attenti al loro utilizzo!, quanto andrebbe meglio la nostra società! Ciao Luna. Un abbraccio.
    P. S. Sai che ho una meravigliosa nipotina di quasi tre mesi che si chiama Luna? 😍 Ella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...