Siddharta

siddhartaLa storia di Siddharta è il diario di un viaggio.
Un percorso dentro e fuori  ognuno di noi.
La vita di un uomo che potrebbe divenire un Santo.
Il racconto di una persona speciale.
La voglia di evadere da una piccola realtà in cerca del sapere e della conoscenza.
La breve leggerezza del denaro e della ricchezza.
L’amore che colpisce il cuore e inebria i sensi.
Molte strade egli ha battuto, molte dottrine conosciute e ascoltate.
Eppure non riesce a capire qual’è la verità, cosa davvero è l’Io per l’uomo, come si fa ad ascoltarlo.
Vestito da pellegrino con la sola consapevolezza di saper digiunare, aspettare e meditare va errando per le vie del mondo fino a quando non decide di godere della vita per quello che è, per quanto possa offrire.
Diventa un mercante, si affeziona alla moneta, assaggia la droga del gioco. Non è più sereno, non è più autentico.
Mi ha commosso la storia d’amore tra Siddharta ed una cortigiana che diventerà la voce della sua coscienza e il rifugio della sua anima.
Il breve romanzo che mi ha accompagnato per pochi giorni è in realtà un insegnamento da conservare per tutta la vita. Il libro  mi è stato donato da una mia cara amica ed è stato accompagnato da queste poche parole: ” Che possa portare luce sul tuo cammino e gioia nel tuo cuore”.
Non riuscivo ad immaginare come un piccolo racconto potesse ispirarmi anche nella vita quotidiana, ma adesso so perchè.
Siddharta non è qualcosa che può essere spiegato o narrato.
Siddharta è un uomo come noi. Un uomo che sbaglia, che confonde il cammino, che si ravvede e torna sui suoi passi.
Siddharta è un pellegrino che impara dai suoi errori e diventa più saggio.
E’ un padre che non può far risparmiare al figlio una vita difficile e tentatrice.  Che non può proteggerlo dalla necessità di vivere la sua vita. Che non può impedirgli di trovare egli stesso la sua via.
E’ un cammino difficile, ma è la storia di tutti.
Grazie Rose per avermi fatto conoscere questo immenso tesoro.
Luna

Annunci