Harry Potter e la maledizione dell’erede

 

harry
A Natale una favola ci vuole proprio.
E questa non è una storia come le altre.
Questa è davvero magica.
Maghi, intrighi. Dinamiche piuttosto strane e sorprendenti.
Tuffi nel passato e ritorni al presente.
Storie di straordinaria follia. Amicizia, amore.
So che molti lettori non amano Harry Potter. Neanche io ne ero attratta inizialmente.
Poi tutto è cambiato.
Ho cominciato ad apprezzarlo veramente quando ho iniziato a capire il senso più profondo del racconto.
Perchè la vera magia non è riuscire ad inventare pozioni d’amore o a volare su una scopa.
Quello che ha dell’incredibile è vincere l’impresa più grande: creare l’amore.
E a Natale è come se i pensieri si facessero più grandi  e profondi.
L’anima ripercorre un anno vissuto intensamente.
La mia spesso si commuove. E si perdona.
I momenti difficili si dimenticano e tutto diventa più facile quando abbiamo accanto le persone che amiamo.
Si chiude la porta di casa e dentro rimane tutto quello che vogliamo: la nostra famiglia.
La nebbia che, a volte, avvolge i nostri cuori si dirada, disperdendosi nel tempo.
I momenti insieme diventano davvero preziosi e MAGICI.
Ormai la vita è tutta una corsa irrefrenabile, non c’è più tempo per una risata o una buona storia.
E invece io stavolta voglio soffermarmi.
Il rumore del vento, il freddo dell’inverno, la musica delle chiacchiere.
Ancora un altro Natale insieme.
E altri giorni, mesi da condividere.
Perchè la vita va avanti e non si recupera il tempo perduto.
E se fosse, davvero, per sempre Natale?
Ogni giorno sarebbe quello giusto da condividere.
E le ore, anche se tristi, volerebbero leggere.
Allora che sia, per tutti, un lieto, lietissimo giorno di festa.
Un sincero Natale di cuore a tutti noi.
Che la nostra anima possa trovare ristoro e conforto.
Con l’affetto di sempre.
Luna

Questo articolo fa parte del magazine natalizio ScrivereGiocando 2016.
Siete curiosi? Date un’occhiata!
http://www.scriveregiocando.it/natale16.html

 

Conoscete Harry Potter?

potterSi lo so, lo so.. state pensando “Che palle sto Potter con la magia che si porta dietro. Roba da bambini!”. Lo so, lo so. Vi aspettate che vi dica che non è così. Allora lo sapete anche voi. In effetti non è così. Questo signor Potter ha fatto veramente il giro del mondo diventando un fenomeno letterario e non solo. All’inizio non mi sono fatta trascinare dalla moda, io non la seguo mai. Poi ho visto casualmente il primo degli 8 film realizzati per consacrarlo e…”niente male” mi sono detta. I libri sono un vortice di avventura e divertimento. I personaggi si scolpiscono nella propria mente, fin dal primo momento e diventano quasi familiari. La storia originale ed intelligente. Si, forse è nato per i bambini, ma Potter è davvero per tutti. La magia riveste un ruolo veramente importante nella vita del maghetto, ma la cosa che veramente conta è l’amore per i propri amici. L’amicizia è innalzata fino a livelli enormi e coinvolge l’attenzione e la curiosità per le diverse situazioni che riesce a creare e a portarsi dietro. Niente da dire, bella trovata. Ogni pagina è qualcosa di improbabile ed incerto. Tutto è magia e scoperta. La scuola è incredibilmente il posto più incantevole che si possa frequentare e assorbe tutte le energie di coloro che l’affrontano quotidianamente. Semplicemente entusiasmante. Semplicemente. L’ambiguità tra il bene ed il male. La lotta contro qualcosa che non si conosce. Contare sempre e solo sui propri cari. In fondo non c’è niente di nuovo in tutto questo. Niente che non si possa trovare giornalmente nella nostra vita. E poi ci sono loro. Tre amici. Anime diverse che si incontrano cercandosi inevitabilmente. Caratteri diversi che si fondono nella voglia di stare insieme. Andando avanti nonostante tutto. Nonostante le mille difficoltà. Ed infine la scoperta. In fondo un pò di magia non può davvero farci male… Ed un mondo intero è davvero il sogno migliore che può aspettarci. Che ci possa essere sempre un pò di magia. In ognuno di noi.
Luna