Il bacio più breve della storia

il bacioChiaramente è una favola.
Da lui non ci si può aspettare altro.

Una fiaba senza tempo né spazio. Senza alcuna dimensione.
Due corpi fatti per incontrarsi. Due anime difficili da sfamare.
E una bocca alla ricerca dell’altra.
Appassionante come le parole raccontate, a bassa voce, da un narratore conosciuto.
Leggera come una piuma pronta a volare, spazzata via da un soffice alito di vento.
L’amore mette paura e spesso confonde.
Ci si nasconde aspettando il momento giusto per comparire.
Si scompare e si scappa dal niente. Avvolti da una nuvola di fumo.
Si riappare per la voglia di gioire, e morire, e vivere di vita.
Ci si immerge in una routine senza fine per capire che, alla fine, è proprio quella che ci manca.
Si vive di anima, corpo e nebbia.
Sempre alla ricerca di quel qualcosa che dà  senso all’esistenza.
Giri a vuoto, passi calpestati più e più volte.
E quando l’amore ci arriva davanti quasi non lo riconosciamo.
E’ lui allora. Questo è l’ardore che si sente dentro.
Questo è il fuoco che brucia all’interno.
E quando, infine, le labbra si incontrano, ecco il miracolo.
La luce emerge. La  scena riappare.
Le mani si incontrano. 
La voglia ritorna.
Di quella vita breve, ma intensa.
E di quel bacio che sfida l’eternità.
Luna

 

Annunci

Il giardino segreto

giardinoTerzo volume di una quadrilogia.
E chi lo sapeva. 

Io ho cominciato a leggere senza curarmi del tempo passato.
Sottilmente decorato di intenso. Superbo ed accattivante.
Premonizione di un amore finito. Vita vissuta aspettando il ritorno.
E da cornice quel giardino di fiori.
Piante, alberi maestosi, foglie dalle vene prorompenti.
Cortecce, tronchi con anni di storia.
Immersi tra il verde due corpi che si sono aspettati.
Rimandando, da tempo, un incontro infinito.
E la fine è dietro l’angolo. Pronta ad esplodere.
La scrittura giapponese cela in sé misteri difficili da scoprire.
Io ci sono dentro fino al collo.
Tremendamente persa ed ostinata.
Inerme davanti a questa potenza.
Sprovveduta ed attenta.
Nascosto dietro quelle parole ci sta un cielo pieno di stelle.
Minuscoli vuoti d’aria protendono verso l’alto.
E tutto si colora di azzurro forte e di immenso.
La storia si riempie di viaggi e speranze. 
La natura promette silenzio incessante e costante armonia.
E le pagine si confrontano con il tempo. 
Sbiadiscono al sole come la memoria.
Ombre calde si dissolvono.
E sopraggiunge la sera.
Luna