Le ossa della principessa

ossasegretoAlice Allevi è un personaggio che difficilmente può rimanere indifferente ed essere dimenticato.
A me succede che mentre leggo le sue avventure mi scompiscio dalle risate.

L’umorismo non manca mai e la sua vita diventa un continuo turbinio di gaffe e guai inimitabili.
Non è assolutamente perfetta, per questo mi piace.
Specializzanda in medicina legale, si trova spesso coinvolta in omicidi ed indagini tanto da far pensare che sia veramente lei a portare sfiga.
l allievasindromeUn po’ come” la signora in giallo” che ovunque va trova gente ammazzata ed investigatori incalliti.
Le scene si susseguono tra autopsie ed eventi comici che vedono al centro di tutto la protagonista e i suoi amori disperati.
Il problema è sempre quello: si riuscirà mai ad avere una vita tranquilla ed un amore sereno ai limiti della noia?
MAI!
Le amiche di Alice sono deliziose quanto lei.
I suoi giovani amanti, uomini sicuri e appassionati della vita.
Le pagine e le parole abbondano, ma per me non sono mai abbastanza.
Questa giovane donna è semplicemente adorabile.
La sua “mamma” le assomiglia tanto. Ha partorito la sua creatura con così tanto entusiasmo che ne ha modulato le sue forme portandola molto vicino a se’.
Se volete davvero conoscerla partite dal primo episodio.
Il resto viene da solo.
Luna

Annunci

La boutique del mistero

boutiqueUna serie di racconti da togliere il fiato.
Mai banali o scontati.

Allusioni a sogni infranti. Paure disperate che emergono dal profondo.
L’animo umano viene scandagliato in ogni sua più piccola forma.
Il terrore del domani assale la mente e fa tremare i corpi.
Ironia anche, in abbondanza.
Buzzati è un grande autore dei nostri tempi.
Una vera scoperta per me.
Ogni singolo racconto è stato un’emozione e una ricerca.
Ogni più piccolo significato appare possibile.
Le domande si affermano copiose ed incerte.
E’ davvero quello che penso? Questo mi vuole far capire?
Risposte nessuna.
Perchè ciascuno di noi ci vede la gioia e il dolore.
La malinconia e la tristezza.
Una risata e una lacrima.
La morte e l’esistenza.

Paradossi che rimangono dietro l’ombra di un dubbio.
Misteri ce ne sono tanti. Quegli degli uomini. E delle loro vite.
Non spetta a Buzzati svelarli. Lui ce li rende noti.
Ed è meraviglia.
Luna

Shine On Award

shine_onGrazie alla mia amica http://susabiblog.wordpress.com/ per avermi nominata riguardo questo nuovo premio che, francamente, non conoscevo!

Allora, regole: 7 cose su di me. Comincio…

1) Perche’ hai iniziato questo blog?
Perchè amo leggere e scrivere. Ho praticamente unito le due cose.

2) Qual’e’ la cosa piu’ importante nella tua vita?
I miei affetti.

3) Il cibo di cui non puoi fare a meno?
La pizza

4) Il tuo posto nel cuore?
Le mie passioni.

5) Come ti vedi nei prossimi 10 anni?
Più esaurita di adesso.

6) Tre cose senza le quali non esci di casa?
Orologio, rossetto e scarpe (quelle giuste!).

7) Una citazione che ti caratterizza?
“Domani è un altro giorno”.

Ci siamo conosciuti un altro po’? Ma si!
Baci a tutti.
Luna

 

Stoner

stonerFenomeno letterario? Eroe di giusta fama?
Stoner ha ricevuto la meritata popolarità solamente dopo tanto tempo e ha dovuto lottare molto per insinuarsi nei comodini di noi lettori e appassionati.

Ma alla fine ce l’ha fatta. Ed  è facile intuire perchè.
La scrittura è leggera e delicata. Inoffensiva.
La sua vita, una delle tante. Discutibile.
Tuttavia non si riesce ad odiarlo per i suoi sbagli. Nessuna rabbia.
L’uomo comune è forte dentro ognuno di noi e ci ingabbia.
E Stoner è proprio così, “normale”.
Ha dedicato tutta la sua esistenza al suo lavoro di professore dimenticando spesso, la sua natura di uomo, marito e padre.
Per un momento ha incrociato l’amore. Uno di quelli da perderci il cuore ed i sensi. 
Un attimo e poi via.. verso la realtà.
Non si può dire che abbia sprecato la sua vita. Nessuna esistenza è davvero inutile.
E mentre leggiamo delle sue vittorie e sconfitte, non possiamo non apprezzare la sua volontà di provare.
Provare ad amare veramente. Ad essere padre. A sorridere ancora.
Non riuscire non è una colpa.
E’ la vita. 
Luna